Recupero Acque grigie e meteoriche

L'acqua è oramai un bene comune di natura limitata: i cambiamenti climatici e i consumi eccessivi hanno reso questo elemento vitale un bene da preservare e utilizzare con cura. In ambito domestico l'acqua, oltre che per il consumo alimentare, viene utilizzata per l'igiene del corpo e della casa, per la pulizia degli abiti, per il lavaggio delle stoviglie, nei sistemi di scarico. Il consumo più elevato deriva dallo scarico del wc, pari a 6 litri e 10 litri.

Ciò che ne consegue è così definito:

  • acque nere, prodotte dallo scarico del wc
  • acque grigie, risultato dello scarico di docce, lavatrici, lavelli, lavastoviglie
  • acque meteoriche o piovane

 

RECUPERO ACQUE GRIGIE

Attraverso gli impianti installati nei nostri cantieri le acque vengono  recuperate e depurate, per essere riutilizzate per altri fini. Le acque grigie sono la maggior parte, circa il 70%, mentre il 30% sono le acque nere provenienti dai WC.

Un impianto idrico domestico convenzionale preleva acqua potabile dalla rete pubblica: questa acqua, dotata di caratteristiche di elevata qualità, viene utilizzata indistintamente per scopi potabili (per esempio igiene personale e cottura dei cibi) e per scopi non potabili (un esempio su tutti l'utilizzo nelle cassette di risciacquo dei WC).

Gli impianti di nuova generazione sono progettati per una gestione eco-sostenibile del ciclo delle acque e lo scopo è valorizzare acque meno nobili e utilizzare acqua potabile esclusivamente laddove strettamente necessario. Un impianto idrico domestico “sostenibile” sarà quindi caratterizzato da:

  • a separazione delle reti di scarico delle acque nere (contenenti cioè gli scarichi dei WC) e delle acque grigie (tutte le altre acque di scarico)
  • la realizzazione di reti distinte di distribuzione idrica (acqua potabile e acqua non potabile)
  • il trattamento e il riutilizzo delle acque grigie depurate per scopi non potabili, come il riempimento delle cassette di risciacquo dei WC.

 

RECUPERO ACQUE PIOVANE

L’acqua viene raccolta dallo scarico delle grondaie, direttamente o tramite una pompa immersa nel pozzetto di raccolta, e convogliata verso un filtro che ha la funzione di separare l’acqua dalla sporcizia più grossolana e incanalata all’interno del serbatoio.
L’aspirazione successiva dell’acqua all’interno del serbatoio, avviene a qualche centimetro sotto il livello dell’acqua tramite un tubo flessibile con galleggiante,  posto all’interno del serbatoio in modo da pescare l’acqua più pulita sul recupero e riciclaggio delle acque piovane (o acque meteoriche) che sono utilizzate per l'irrigazione delle parti verdi condominiali.

Contatta Dipierri

VUOI ESSERE CONTATTATO?

inviaci una richiesta
Seleziona Giorni
LunediGiovediMartediVenerdiMercoledi
Seleziona Ora