22 novembre 2017

Chiedere un mutuo in banca?

Cosa devi sapere prima di chiedere un mutuo in banca

Non è sempre facile districarsi tra le varie proposte che si trovano sul mercato, ogni banca ha la propria strategia, intanto bisogna individuare l'istituto che al momento promuove una politica di erogazione, il primo elemento indicativo è il tasso che viene applicato, se è basso è sintomo positivo. Internet è un valido strumento per cercare la banca con le migliori condizioni.

  1. Verificare i tassi e la durata. I tassi possono essere fissi, variabili e misti. Un tasso di lunga durata non è detto che sia sempre conveniente.
  2. La rata. Nella prima fase, l'istituto bancario controlla che il cliente sia solvibile, cioè si possa permettere di pagare le rate del mutuo. Per fare ciò analizza la situazione reddituale, che sia coerente con la cifra richiesta. Ipotesi, una coppia con un reddito di € 2.500, un figlio e una rata per la macchina di € 300, può sostenere una rata di € 1.000 al mese.
  3. Loan to value (il valore del prestito in relazione al valore dell'immobile). Alcune banche concedono mutui per un valore intorno al 60%-70% del valore dell'immobile, altre banche invece per un 80%.
  4. Le garanzie di terzi. Spesso capita, soprattutto nei confronti di giovani coppie , che la banca chieda una fidejussione, ossia una garanzia di un terzo che si impegna a pagare il mutuo in caso di sofferenza del mutuatario.

Ci sono alcuni strumenti sul web che possono calcolare la rata in base ai valori inseriti, il più popolare è Mutui online.

Per le giovani coppie esiste un fondo di garanzia che tutela e agevola l'ottenimento di un mutuo anche in condizioni di lavoro precario o saltuario. Il fondo prevede il rilascio di garanzie a copertura del 50% della quota capitale dei mutui ipotecari erogati per l'acquisto della prima casa.

Contatta Dipierri

VUOI ESSERE CONTATTATO?

inviaci una richiesta
Seleziona Giorni
LunediGiovediMartediVenerdiMercoledi
Seleziona Ora