Isolamento a cappotto

Tra le varie tecniche utilizzate per effettuare un adeguato intervento di isolamento termico, la più utilizzata è sicuramente la tecnica del così detto “cappotto”, che porta enormi benefici di comfort abitativo, sia nella stagione invernale che estiva, oltre che un elevato risparmio sulle spese di conduzione.

Il sistema di isolamento termico dall’esterno che adottiamo nei nostri interventi, consiste nell’applicazione sull’intera superficie esterna verticale dell’edificio, di pannelli isolanti  di polistirene a base grafite dello spessore di 12 e 16 cm, in base all’esposizione delle pareti, che vengono poi rivestiti da una rasatura protettivo, e da uno stato di finitura colorato polimerica.

Quali sono i vantaggi:

  • Un isolamento continuo e uniforme permette l'eliminazione totale dei "ponti termici" aumentando la capacità dell'edificio di trattenere calore d’inverno e il fresco d’estate. I ponti termici sono quei punti che favoriscono la dispersione del calore,  eliminandoli, si determina un maggiore risparmio energetico (legato anche alla maggiore capacità dell’edificio di trattenere il calore) e l’eliminazione di muffe sulle superfici interne delle abitazioni, originate dalla condensa in corrispondenza dei ponti termici.
  • Maggiore protezione delle pareti esterne dagli agenti atmosferici.
  • Rallenta il processo di “invecchiamento” degli edifici offrendo una protezione totale.
  • Risolve il problema delle crepe e delle infiltrazioni di acqua meteorica

Per favorire il risparmio energetico e il contenimento delle emissioni di anidride carbonica, è fondamentale isolare adeguatamente gli edifici sia dal freddo che dal caldo, in modo da richiedere meno energia per la loro climatizzazione e per il loro riscaldamento.

L'utilizzo di questo sistema permette di migliorare i valori di trasmittanza di un involucro edilizio (si tratta di una grandezza fisica che misura la quantità di calore scambiato da un materiale o da un corpo).
Infatti le pareti ben isolate si riscaldano più rapidamente e trattengono più a lungo il calore, sfruttando il lento rilascio termico della struttura. In questo modo si utilizza meno energia per riscaldare la casa, in quanto il calore non viene assorbito dalle pareti esterne e si creano ambienti più salubri e confortevoli.

È certamente preferibile mantenere la temperatura interna a 18°C con muri caldi e riscaldamento al minimo, che a 21°C con muri freddi e riscaldamento al massimo.
Il cappotto termico, inoltre, è efficace anche in estate, perché evita il surriscaldamento delle pareti per effetto dell'irraggiamento solare e permette di mantenere più freschi gli ambienti interni.

Il cassonetto a scomparsa nel muro, che accoglie la tapparella in acciaio, anch’essa opportunamente coibentata, è rivestito e coibentato per non permettere dispersione di calore.

Contatta Dipierri

VUOI ESSERE CONTATTATO?

inviaci una richiesta
Seleziona Giorni
LunediGiovediMartediVenerdiMercoledi
Seleziona Ora